Pantografo o Pistoni Laterali?

Pantografo o Pistoni Laterali?

Grazie all’esperienza quarantennale maturata dalla RDT e agli strumenti informatici innovativi di cui ci siamo dotati nel tempo possiamo dire di possedere oggi la gamma di monta-auto più completa sul mercato.ilmontauto l'originale

Tra i nostri modelli abbiamo sistemi a singolo, doppio e triplo pantografo, sistemi con pistoni e guide laterali a spinta diretta e in taglia; in questo articolo andremo ad analizzare quali sono le caratteristiche delle varie soluzioni e in quali situazioni è preferibile utilizzare un sistema piuttosto che l’altro.

MONTAUTO A PANTOGRAFO

Vantaggi:

  1. È possibile sfruttare la totalità del vano (- 50 mm di aria) poiché non ha bisogno di guide e pistoni laterali
  2. Non ha bisogno di una struttura portante in cemento armato su cui ancorarsi poiché il meccanismo è auto-portante e per questo motivo il meccanismo può essere segregato in svariati modi (muratura non portante, lamiera, grigliato metallico, policarbonato, vetro ecc)
  3. È certificato per l’utilizzo con persona a bordo (sempre che siano rispettati i limiti ed i requisiti minimi di sicurezza)
  4. È possibile corredarlo con accessori quali tetto a bordo e pedane girevoli

Limitazioni:

  1. Richiede una fossa abbastanza profonda per incassarlo ed evitare rampe di raccordo

 

MONTAUTO CON PISTONI E GUIDE LATERALI (SPINTA DIRETTA)

Vantaggi:

  1. Richiede una fossa molto bassa (min. 150 mm)
  2. È certificato per l’utilizzo con persona a bordo (sempre che siano rispettati i requisiti minimi di sicurezza)

Limitazioni:

  1. Ha bisogno di una struttura portante in cemento armato su cui ancorarsi
  2. Lo spazio utile é inferiore alle dimensioni del vano realizzato (- 460 mm) poiché ha degli ingombri laterali dovuti alle guide, ai pistoni a spinta diretta e alla cabina che, con questa soluzione, diviene obbligatoria

 

MONTAUTO CON PISTONI E GUIDE LATERALI (IN TAGLIA)

Vantaggi:

  1. È possibile raggiungere una corsa molto elevata senza stravolgere il meccanismo di base

Limitazioni:

  1. Ha bisogno di una struttura portante in cemento armato su cui ancorarsi
  2. Lo spazio utile é inferiore alle dimensioni del vano realizzato (- 770 mm) poiché ha degli ingombri laterali dovuti alle guide, ai pistoni a spinta diretta e alla cabina che, con questa soluzione, diviene obbligatoria

 

Tutti i montauto RDT sono realizzati su misura ed in conformità alla Direttiva Macchine 2006/42/CE

 

Scopri perchè acquistare un montauto RDT!

Chiamaci al numero +39 080 535 5436

Montauto a Doppio Pantografo (Riccione) – VIDEO 360°

Montauto a Doppio Pantografo (Riccione) – VIDEO 360°

Ecco il video immersivo del funzionamento di un nostro monta-auto installato all’interno del “Residence Perla Verde” a Riccione.

Il sistema di sollevamento da noi progettato, realizzato ed installato è composto da una piattaforma a doppio pantografo a servizio di 3 fermate, un cancello idraulico a scomparsa verticale al piano 0 e due serrande metalliche coadiuvate da due porte REI 120 munite di elettro blocco.

7 8 11

 

 

 

 

 

 

 

Il nostro ascensore per auto ha permesso al nostro cliente di sfruttare tutto lo spazio utile al piano -1 e -2 che sarebbe andato perso con una classica rampa carrabile; in questo modo il cliente è riuscito ad ottenere oltre 20 posti auto tra i due piani interrati.

30

 

Per guardare i video a 360 gradi sul computer è necessaria l’ultima versione di Chrome, Opera, Firefox o Internet Explorer; sui dispositivi mobili, puoi utilizzare la versione più recente dell’app Vimeo.

Potete visionare il video anche su YouTubeFacebook.

 

*1235 – Acquisito nuovo ordine

*1235 – Acquisito nuovo ordine

Questa mattina ci è stata commissionata la fornitura di N.1 Montauto a singolo pantografo in versione tradizionale per due fermate e una corsa totale di 2800 mm da installare ad Orsogna (CH) in sostituzione di una rampa inaccessibile alle auto (in foto) a causa della forma e della pendenza.

IMG_3673

A corredo del meccanismo da noi fornito, ci è stata commissionata la fornitura di N.1 portone sezionale al piano 0 e N.1 cancello a doppio battente automatizzato al piano -1.

La consegna prevista è entro il mese di Luglio.

 

Stay tuned…

*: commesse evase = clienti soddisfatti

Buoni motivi per installare un Montauto

Buoni motivi per installare un Montauto

I nostri sistemi “montauto” servono a collegare più livelli di parcheggio in condomini, ville unifamiliari, hotel e concessionarie auto altrimenti inaccessibili e nel contempo permettono un guadagno in termini di posti auto ricavabili nella superficie risparmiata rispetto alla classica rampa, situazione comune nei centri storici durante le ristrutturazioni di edifici non originariamente progettati per il ricovero delle automobili.

ilmontauto l'originale

Di seguito sono riportati i motivi per cui l’installazione di un sistema monta-auto convenga rispetto alla classica rampa in cemento per l’accesso ad un piano interrato e/o rialzato.

Risparmio economico
Prendendo in considerazione un dislivello tipico di uno o due piani (mediamente dai 3 ai 9 metri) occorrerebbe una rampa di accesso lunga dagli 11 ai 30 metri e di conseguenza dai 40 ai 100 metri quadri di suolo dedicati unicamente alla stessa; al costo puramente simbolico e ottimista di 500€/mq, con un monta-auto vi sarà un risparmio che varia dai 20.000€ ai 50.000€ e a questo aggiungiamo che i nostri ascensori per auto non hanno bisogno di impegnative ENEL diverse dai classici 3KW.

Vita attesa della vostra autovettura
La discesa di una rampa più o meno ripida sollecita i freni, la salita a motore freddo può creare problemi e in caso di intemperie è facile incorrere nello slittamento dei pneumatici sulla rampa; ne consegue che a causa dell’utilizzo continuo del classico scivolo di accesso ad un interrato, la vostra autovettura dovrà visitare più volte l’officina.

Sicurezza e situazioni d’emergenza
È superfluo dire che i nostri monta-auto sono dotati dei più evoluti sistemi di sicurezza per evitare ogni tipo di pericolo a cose e persone. In caso di mancanza di energia elettrica non è necessario prevedere alcun sistema di emergenza aggiuntivo in quanto sui nostri sistemi, la discesa d’emergenza è di serie ed è possibile alimentare il meccanismo a batterie per consentire le operazioni di salita senza corrente (optional). È possibile inoltre dotare il monta-auto di un tetto transitabile (optional) pavimentabile a discrezione del cliente (magari mantenendo lo stile architettonico dell’edificio) ottenendo in tal modo due o più posti auto al posto di uno mantenendo al sicuro la vostra auto da intemperie e malintenzionati e donando al vostro immobile ulteriore prestigio e valore.

Opere edili minime
I nostri elevatori sono auto-portanti quindi non necessitano di un vano chiuso con pareti in cemento armato; hanno bisogno unicamente di una fossa di alloggiamento e di una segregazione del vano che può essere realizzata in qualunque modo: vetro, policarbonato, cartongesso, grigliato metallico, muratura e ogni altra idea che permetta l’uso in sicurezza dell’impianto. Anche a proposito delle chiusure ai piani non vi è limite alla fantasia: porte a singolo e doppio battente, serrande, portoni sezionali e cancelli idraulici a scomparsa verticale e laterale.

Tutti i montauto RDT sono realizzati su misura ed in conformità alla Direttiva Macchine 2006/42/CE

 

Scopri perchè acquistare un montauto RDT!

Chiamaci al numero +39 080 535 5436

Montauto con Protezioni Idrauliche (Bari) – FOTO/VIDEO

Montauto con Protezioni Idrauliche (Bari) – FOTO/VIDEO

Ecco le foto e il video completo del funzionamento di un nostro Montauto modello tradizionale a singolo pantografo installato in una costruzione residenziale in Via Napoli a Bari.

Il sistema di sollevamento da noi progettato, costruito ed installato è provvisto di protezioni idrauliche a scomparsa verticale al piano terra e portone sezionale al piano interrato.

81215

Montauto Ultimate Car Lift (Terlizzi) – VIDEO

Montauto Ultimate Car Lift (Terlizzi) – VIDEO

Ecco il video completo del funzionamento di un nostro Montauto modello Ultimate Car Lift installato in una costruzione residenziale a Terlizzi (BA) in sostituzione di una scomoda e ripida rampa.

Il sistema di sollevamento da noi progettato, costruito ed installato è provvisto di cancello idraulico a scomparsa verticale al piano 0 e cancello a battente automatico al piano -1

Detrazioni del 50% nella legge di stabilità 2017

Detrazioni del 50% nella legge di stabilità 2017

Proroghe ed aumento delle agevolazioni per gli interventi sulla casa: la Legge di bilancio conferma sia il bonus sulle ristrutturazioni e sull’acquisto di mobili, che l’ecobonus, quest’ultimo addirittura sino al 2021. A queste agevolazioni va ad aggiungersi il nuovo sismabonus, una detrazione Irpef per le spese sostenute per adeguare gli immobili che ricadono in zone ad alta pericolosità sismica.

  • Bonus delle ristrutturazioni

Il bonus ristrutturazione consiste in una detrazione dall’Irpef dei costi sostenuti per gli interventi di ristrutturazione edilizia. Le spese per la ristrutturazione, in particolare, sono detraibili al 50% dalle imposte (ad esempio, chi spende 10.000 euro ne può detrarre 5.000 dall’Irpef dovuta), in 10 quote annuali dello stesso importo, sino ad una soglia massima di 96.000 euro. La detrazione scadrà il 31 dicembre 2017; in seguito, se non sarà prorogata o resa definitiva, tornerà al vecchio ammontare del 36%.

Nello specifico gli interventi contemplati in questo tipo di detrazione che riguardano strettamente i nostri prodotti sono:

– realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali

– eliminazione delle barriere architettoniche, aventi ad oggetto ascensori, montacarichi o ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia idoneo a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap

  • Ecobonus

L’ecobonus consiste in una detrazione dovuta per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici. In particolare, l’agevolazione consiste nella detrazione Irpef del 65% dei costi sostenuti per migliorare le prestazioni energetiche di un immobile; la detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo, sino a un limite massimo di:

– 30.000 euro, per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;

– 60.000 euro, per le opere di riqualificazione dell’involucro di edifici esistenti, e per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda (solare termico);

– 100.000 euro, per gli interventi di riqualificazione energetica globale.

  • Sismabonus

Si aggiunge alla triade dei bonus sulla casa un nuovo incentivo, il cosiddetto sismabonus: si tratta di una detrazione che potrà andare dal 50% all’85% dei costi sostenuti per adeguare alle misure antisismiche gli immobili situati in zone ad alto rischio di terremoto. Il tetto massimo di spesa sul quale potrà essere applicata la detrazione sarà pari a 96.000 euro. La detrazione potrà salire al 70% o all’80%, a seconda della classe di rischio ottenuta grazie agli interventi e sino all’85% se i lavori riguarderanno un intero condominio.

 

Stay tuned…