MONTAUTO E ASCENSORI PER AUTO

35

ilmontauto l'originaleMontauto – Ricavare posti auto senza sacrificare spazio e/o aree verdi negli ultimi anni è divenuta sempre più una sfida tecnologica.

Ogni giorno professionisti del settore edile, imprese di costruzioni, ascensoristi o semplici cittadini alle prese con il problema dei sempre ridotti spazi ci pongono sfide che riusciamo a cogliere grazie alla nostra quarantennale esperienza nel campo del sollevamento e della movimentazione di merci e persone.

I nostri sistemi “Monta-auto” nascono per collegare più livelli di parcheggio (interrati e/o sopraelevati) in condomini, ville unifamiliari, hotel e concessionarie auto altrimenti inaccessibili e nel contempo permettono un guadagno in termini di posti auto ricavabili nella superficie risparmiata rispetto alla classica rampa, situazione comune nei centri storici durante le ristrutturazioni di edifici non originariamente progettati per il ricovero delle automobili. 

 

 

 

 

 

 

Avere un posto auto coperto nella propria abitazione è una fortuna non da poco perchè offre alla vettura un riparo dalle intemperie durante l’inverno e dal sole cocente in estate, oltre che a proteggerla da eventuali malintenzionati; se non disponi di un garage ma hai a disposizione spazio, con un montauto puoi creare un vero e proprio posto auto a scomparsa nel pavimento dotandolo di tetto transitabile e/o predisponendolo per la pavimentazione di inerti, resine, erba, marmo, teak e pietra (fino a 90 Kg/mq) mantenendo così lo stile architettonico dell’edificio (ad esempio in un cortile, in un giardino o in un garage); il risultato è un posto auto sicuro e funzionale.

 

 

 

 

 

Piattaforme per auto a singolo, doppio e triplo pantografo, elevatori per auto con pistoni laterali a spinta diretta ed in taglia ci permettono di ricavare numerosi posti auto ai piani interrati, grazie al minimo spazio richiesto dai nostri Montauto.

Pantografo o Pistoni Laterali?

MONTAUTO A PANTOGRAFO

Montauto a pantografo

 

 

 

 

 

 

Vantaggi:

  1. È possibile sfruttare la totalità del vano (- 50 mm di aria) poiché non ha bisogno di guide e pistoni laterali
  2. Non ha bisogno di una struttura portante in cemento armato su cui ancorarsi poiché il meccanismo è auto-portante e per questo motivo il meccanismo può essere segregato in svariati modi (muratura non portante, lamiera, grigliato metallico, policarbonato, vetro ecc)
  3. È certificato per l’utilizzo con persona a bordo (sempre che siano rispettati i limiti ed i requisiti minimi di sicurezza)
  4. È possibile corredarlo con accessori quali tetto a bordo e pedane girevoli

Limitazioni:

  1. Richiede una fossa abbastanza profonda per incassarlo ed evitare rampe di raccordo

 

MONTAUTO CON PISTONI E GUIDE LATERALI (SPINTA DIRETTA)

Montauto a pistoni laterali

 

 

 

 

 

 

Vantaggi:

  1. Richiede una fossa molto bassa (min. 150 mm)
  2. È certificato per l’utilizzo con persona a bordo (sempre che siano rispettati i requisiti minimi di sicurezza)

Limitazioni:

  1. Ha bisogno di una struttura portante in cemento armato su cui ancorarsi
  2. Lo spazio utile é inferiore alle dimensioni del vano realizzato (- 460 mm) poiché ha degli ingombri laterali dovuti alle guide, ai pistoni a spinta diretta e alla cabina che, con questa soluzione, diviene obbligatoria

 

MONTAUTO CON PISTONI E GUIDE LATERALI (IN TAGLIA)

Montauto a pistoni laterali_2

 

 

 

 

 


Vantaggi:

  1. È possibile raggiungere una corsa molto elevata senza stravolgere il meccanismo di base

Limitazioni:

  1. Ha bisogno di una struttura portante in cemento armato su cui ancorarsi
  2. Lo spazio utile é inferiore alle dimensioni del vano realizzato (- 770 mm) poiché ha degli ingombri laterali dovuti alle guide, ai pistoni in taglia e alla cabina che, con questa soluzione, diviene obbligatoria

Non sono necessarie opere infrastrutturali come pareti in cemento in quanto i nostri sistemi di sollevamento a pantografo sono autoportanti e richiedono solamente una segregazione del vano che può essere realizzata in qualsiasi materiale: vetro, cartongesso, reti metalliche, lamiere, pannelli coibentati o altro secondo la fantasia dell’architetto.

I monta-auto RDT garantiscono sempre l’uscita della persona dalla piattaforma al piano più basso in caso di mancanza temporanea della rete elettrica; inoltre per garantire tutte le operazioni di salita e discesa in caso di black-out l’ascensore per auto può essere dotato di:

  • Centralina aggiuntiva con motore in corrente continua che permette un numero consecutivo limitato di corse in salita e discesa (consigliato in abitazioni unifamiliari o in piccoli condomini)
  • Moto-Generatore che permette il funzionamento regolare dell’ascensore per auto H24


I nostri ascensori per auto possono essere muniti di cabine, piani girevoli e/o traslanti, strumenti informatici per l’accesso consentito, sistemi di video-sorveglianza e di chiusure ai piani di tutti i tipi: porte di piano a singolo e doppio battente, portoni sezionali, serrande, cancelli idraulici e protezioni idrauliche a scomparsa verticale verso il basso o verso l’alto e, quando è necessario presentare il CPI (Certificato di Prevenzione Incendi), è possibile installare portoni sezionali, porte a battente, porte scorrevoli e tende tagliafuoco certificate REI 60/90/120 secondo il D. Min. Interno 21/02/2017, recante “Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di autorimessa”, in vigore dal 02/04/2017.

Norma Antincendio Vigili del Fuoco 2017

La normativa antincendio attualmente in vigore impone che entro i 300 mq di superficie adibita ad autorimessa è possibile utilizzare e certificare tutti i sistemi monta-auto con persona a bordo; oltre i 300 mq è consentito l’utilizzo di sistemi monta-auto tuttavia segregati in compartimentazioni REI 120, senza persona bordo e rispettando le norme relative (immagine in basso).

Tutto questo è il Montauto.

Le nostre configurazioni

Il nostro punto di forza è la flessibilità che ci permette di realizzare su misura ogni impianto!

Sono riportate di seguito le caratteristiche tecniche consigliate per un comodo utilizzo con autovetture di medio/alta cilindrata (SUV); le dimensioni e la portata possono variare per consentire l’utilizzo del montauto con altri mezzi (Auto di lusso, Furgoni, Camper ecc) o per adattarsi agli spazi disponibili.


Singolo Pantografo

Può essere munito su richiesta di:

– Tetto a Bordo
– Cabina a Bordo

Dimensioni meccanismo standard

5.500×2.450 mm

Dimensioni con sbalzi montati (*)

6.000×3.000 mm

Dimensioni vano

(*) + 50 mm

Fossa

700 mm (circa)

Corsa

3.500 mm

N. Fermate

2

Portata

2.500 Kg

Velocità

su richiesta (max 0,15 m/s)

filetype_pdf-132dwg-icon

 


Criterium ®

E’ progettato ed assemblato interamente a fissaggio meccanico e rappresenta l’unica soluzione quando il luogo dell’installazione risulta inaccessibile a mezzi pesanti per le operazioni di scarico. Può essere munito su richiesta di:

– Tetto a Bordo
– Cabina a Bordo

Dimensioni meccanismo standard

5.500×2.450 mm

Dimensioni con sbalzi montati (*)

6.000×3.000 mm

Dimensioni vano

(*) + 50 mm

Fossa

700 mm (circa)

Corsa

3.500 mm

N. Fermate

2

Portata

2.500 Kg

Velocità

su richiesta (max 0,15 m/s)

filetype_pdf-132dwg-icon

 

 


Ultimate Car Lift ®

Con dimensioni poco superiori ad una berlina o SUV, permette di raggiungere corse fino a 4800 mm con un solo pantografo e con una fossa di massimo 700 mm. Scopri di più nella sezione dedicata cliccando qui! Può essere munito su richiesta di:

– Tetto a Bordo
– Cabina a Bordo

 

Dimensioni meccanismo standard

5.100×2.200 mm

Dimensioni con sbalzi montati (*)

5.500×3.000 mm

Dimensioni vano

(*) + 50 mm

Fossa

600 mm (circa)

Corsa

4.000 mm

N. Fermate

2

Portata

2.500 Kg

Velocità

su richiesta (max 0,15 m/s)

filetype_pdf-132dwg-icon

 


Doppio Pantografo

Può essere munito su richiesta di:

– Tetto a Bordo
– Cabina a Bordo

Dimensioni meccanismo standard

5.500×2.450 mm

Dimensioni con sbalzi montati (*)

6.000×3.000 mm

Dimensioni vano

(*) + 50 mm

Fossa

1.200 mm (circa)

Corsa

7.000 mm

N. Fermate

3

Portata

2.500 Kg

Velocità

su richiesta (max 0,15 m/s)

filetype_pdf-132dwg-icon

 


Triplo Pantografo

Può essere munito su richiesta di:

– Tetto a Bordo
– Cabina a Bordo

N.B. Richiede di essere guidato

Dimensioni meccanismo standard

5.500×2.450 mm

Dimensioni con sbalzi montati (*)

6.000×3.000 mm

Dimensioni vano

(*) + 50 mm

Fossa

1.700 mm (circa)

Corsa

10.000 mm

N. Fermate

4

Portata

2.500 Kg

Velocità

su richiesta (max 0,15 m/s)

filetype_pdf-132dwg-icon

 


Pistoni Laterali a Spinta Diretta (Telescopico Sincronizzato)

N.B. Richiede un struttura portante in cemento armato

Dimensioni cabina

6.000×3.000 mm

Larghezza vano

Larghezza utile + 460 mm

Lunghezza vano

Lunghezza utile + 50 mm

Fossa

200 mm (circa)

Corsa

6.000 mm

N. Fermate

2/3

Portata

2.500 Kg

Velocità

su richiesta (max 0,15 m/s)

filetype_pdf-132dwg-icon

 


Pistoni laterali in Taglia

N.B. Richiede un struttura portante in cemento armato

Dimensioni cabina

6.000×3.000 mm

Larghezza vano

Larghezza utile + 770 mm

Lunghezza vano

Lunghezza utile + 50 mm

Fossa

200 mm (circa)

Corsa

12.000 mm

N. Fermate

4

Portata

2.500 Kg

Velocità

su richiesta (max 0,15 m/s)

filetype_pdf-132dwg-icon

Buoni motivi per installare un Montauto

Di seguito riportati i motivi per cui l’installazione di un sistema monta-auto convenga rispetto alla classica rampa in cemento per l’accesso ad un piano interrato e/o rialzato.

rampa_o_montauto

Risparmio economico
Prendendo in considerazione un dislivello tipico di uno o due piani (mediamente dai 3 ai 9 metri) occorrerebbe una rampa di accesso lunga dagli 11 ai 30 metri e di conseguenza dai 40 ai 100 metri quadri di suolo dedicati unicamente alla stessa; al costo puramente simbolico e ottimista di 500€/mq, con un monta-auto vi sarà un risparmio che varia dai 20.000€ ai 50.000€ e a questo aggiungiamo che i nostri ascensori per auto non hanno bisogno di impegnative ENEL diverse dai classici 3KW.

Vita attesa della vostra autovettura
La discesa di una rampa più o meno ripida sollecita i freni, la salita a motore freddo può creare problemi e in caso di intemperie è facile incorrere nello slittamento dei pneumatici sulla rampa; ne consegue che a causa dell’utilizzo continuo del classico scivolo di accesso ad un interrato, la vostra autovettura dovrà visitare più volte l’officina.

Sicurezza e situazioni d’emergenza
È superfluo dire che i nostri monta-auto sono dotati dei più evoluti sistemi di sicurezza per evitare ogni tipo di pericolo a cose e persone. In caso di mancanza di energia elettrica non è necessario prevedere alcun sistema di emergenza aggiuntivo in quanto sui nostri sistemi, la discesa d’emergenza è di serie ed è possibile alimentare il meccanismo a batterie per consentire le operazioni di salita senza corrente (optional). È possibile inoltre dotare il monta-auto di un tetto transitabile (optional) pavimentabile a discrezione del cliente (magari mantenendo lo stile architettonico dell’edificio) ottenendo in tal modo due o più posti auto al posto di uno mantenendo al sicuro la vostra auto da intemperie e malintenzionati e donando al vostro immobile ulteriore prestigio e valore.

Opere edili minime
I nostri elevatori sono auto-portanti quindi non necessitano di un vano chiuso con pareti in cemento armato; hanno bisogno unicamente di una fossa di alloggiamento e di una segregazione del vano che può essere realizzata in qualunque modo: vetro, policarbonato, cartongesso, grigliato metallico, muratura e ogni altra idea che permetta l’uso in sicurezza dell’impianto. Anche a proposito delle chiusure ai piani non vi è limite alla fantasia: porte a singolo e doppio battente, serrande, portoni sezionali e cancelli idraulici a scomparsa verticale e laterale.

Costo medio di un posto auto

In seguito ad una ricerca sul costo medio di un posto auto è emerso che l’Italia vanta un primato negativo; si arriva infatti a pagare oltre 150.000€ per un posto auto a Roma, 130.000€ a Firenze, 90.000€ a Milano e 70.000€ a Bari.

La spiegazione di questo record sta nel fatto che l’Italia abbia la maggiore densità di auto circolanti pro capite a livello europeo (71 vetture ogni 100 abitanti) e che non esista una vera e propria regolamentazione; in paesi come la Cina o il Giappone sono in vigore leggi per cui la proprietà di una targa automobilistica obbliga a disporre di un posto auto il quale deve avere misure idonee alla propria auto e che, qualora non fosse conforme ad esse, impedirebbe l’emissione del permesso di circolazione della vettura.

Vincolo a parcheggio

La legge italiana obbliga, in caso di nuove costruzioni, a garantire almeno 1 m2  di parcheggio ogni 10 m3  di costruzione.

Rampa - Varianti e Pendenze

Le rampe che collegano i vari piani di parcheggio possono essere semplici, doppie, rettilinee, continue, discontinue interne o esterne alla struttura, a senso unico di marcia, a doppio senso. Il D.M. 1° febbraio 1986 fissa alcune caratteristiche delle rampe, quali la pendenza massima e la larghezza: infatti il limite massimo di pendenza è fissato nel 20% e la larghezza massima è di 3 m nel caso di senso unico e di 4,5 m nel caso di doppio senso.

Le rampe devono avere un’inclinazione leggermente variabile nei punti di raccordo con le superfici orizzontali, onde evitare di creare un angolo troppo accentuato che potrebbe causare contatti con il fondo delle vetture; di norma per tali raccordi si realizzano secondo archi di circonferenza aventi raggio di 30 metri. Se la pendenza della rampa è superiore al 10% (una pendenza del 15% è generalmente consigliata) è necessario che nei tratti terminali, ossia in corrispondenza delle superfici orizzontali, la pendenza sia dimezzata per uno sviluppo orizzontale di circa 4 m.

Le due tipologie principali di rampa, elicoidali e rettilinee, hanno caratteristiche diverse e in particolare si può notare come la tipologia che permette di utilizzare al meglio le prescrizioni della normativa è sicuramente quella rettilinea poiché, a parità di dislivello, ha un ingombro decisamente minore potendo utilizzare una pendenza tra il 15 e il 20%, mentre quella elicoidale, per rispetto dei limiti previsti dal sopra citato D.M. 1° febbraio 1986, deve garantire un raggio minimo di percorrenza di 7 m se a senso unico e di 8,25 m se a doppio senso; pertanto si ottiene uno sviluppo tale da ridurre la pendenza tra il 10 e il 13%.

È buona norma comunque prevedere tale tipologia di parcheggio lontano da incroci o da zone di traffico caotico, perché il traffico stesso viene reso più difficile dalle auto in manovra.

Tutti i montauto RDT sono realizzati su misura ed in conformità alle Direttive Comunitarie:

  • Direttiva Macchine 2006/42/CE recepita con il D.L. N. 17 del 27 gennaio 2010
  • Direttiva Dispositivi in Bassa Tensione 2006/95/CE
  • Direttiva Compatibilità Elettromagnetica 2004/108/CE

Case History

Per maggior informazioni,
compila il seguente form: