PRESTO LIFT

Sollevamento domestico

Presto-LiftUna scala ripida, un accesso poco “accessibile”, i postumi del weekend sulla neve, gli anni che passano; rendono disagevole la normale vita in casa, nei luoghi di lavoro o di svago. Lasciare l’auto in garage, arrivare con il bambino, il seggiolino, il fardello dell’acqua, in un’afosa giornata d’estate; salire le scale per arrivare in cucina o su in mansarda, è un’impresa tutt’altro che semplice.

Presto-lift vi porta senza fatica, fino al quarto piano in totale sicurezza, esso rispetta le normative vigenti ed è marcato CE; consuma poco più di un elettrodomestico, può essere facilmente e velocemente installato anche in ambienti già esistenti.

Presto-lift è disponibile in quattro dimensioni standard, due modelli (a spinta diretta fino a 4 mt. di corsa, in taglia oltre i 4 mt.) decine di varianti, oltre alla possibilità di personalizzare i rivestimenti interni, le porte di piano, i pavimenti e tutto quello che può soddisfare le vostre esigenze ed i vostri gusti.

 

Le Nostre Configurazioni

Il nostro punto di forza è la flessibilità che ci permette di realizzare su misura ogni impianto! Sono riportate di seguito le caratteristiche tecniche consigliate per un comodo utilizzo per un disabile in carrozzina; su richiesta le misure e la portata possono variare.

MODELLO

PORTATA (Kg)

DIMENSIONI CABINA (mm)

DIMENSIONI VANO (mm)

DIMENSIONI CASTELLETTO (mm)

PL0

250

800×800

1070×1040

1170×1140

PL1

250

800×1300

1170×1410

1270×1510

PL2

250

1000×1300

1370×1410

1470×1510

PL3

250

1100×1400

1470×1510

1570×1610

Presto-lift può essere installato all’interno di un vano in muratura o in una incastellatura metallica autoportante; richiede poca manutenzione e vi garantisce molta serenità.

AGEVOLAZIONI 2017

Per gli interventi di ristrutturazione edilizia sugli immobili è possibile fruire di una detrazione Irpef pari al:

  • 50%, da calcolare su un importo massimo di 96.000 euro, se la spesa è sostenuta nel periodo compreso tra il 26 giugno 2012 e il 31 dicembre 2017;
  • 36%, da calcolare su un importo massimo di 48.000 euro, per le spese effettuate dal 1° gennaio 2018.

Rientrano nella categoria degli interventi:

  • quelli effettuati per l’eliminazione delle barriere architettoniche (per esempio la realizzazione di un elevatore interno/esterno all’abitazione o la sostituzione di gradini con rampe, sia negli edifici che nelle singole unità immobiliari, sull’abbattimento delle barriere architettoniche se conforme alle prescrizioni tecniche previste dalla legge);
  • i lavori eseguiti per la realizzazione di strumenti che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo tecnologico, siano idonei a favorire la mobilità interna ed esterna delle persone portatrici di handicap grave, ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge n. 104 del 1992.

 

La detrazione è prevista solo per interventi sugli immobili effettuati per favorire la mobilità interna ed esterna del disabile. Non si applica, invece, per il semplice acquisto di strumenti o beni mobili, anche se diretti a favorire la comunicazione e la mobilità del disabile (telefoni a viva voce, schermi a tocco, computer o tastiere espanse ecc)

Per maggior informazioni,
compila il seguente form:

Case History